Annunci

[DH] Il lampo Ramona squarcia Cortina

L’Olimpia delle Tofane ospita, per il 27° anno consecutivo, una tappa della coppa del mondo di sci. In particolare, nella mattinata odierna, si è disputata la discesa libera (DH) femminile in sostituzione della tappa di Sankt Anton am Arlberg in Austria cancellata a causa delle condizioni atmosferiche.

Vi ricordo che in questa disciplina è prevista una singola manche, quindi come in uno scontro diretto, ci si gioca tutto subito senza possibilità di recupero. Ovviamente con ciò non voglio dire che le discipline con 2 manches siano più semplici perchè si corre comunque contro il tempo e il podio è spesso una questione di centesimi di secondo.

Il podio di Cortina: Siebenhofer (AUT), Stuhec (SLO), Venier (AUT). Fonte RaiSport.

Ad aprire le danze sono state le tedesche Rebensburg e Wenig che hanno concluso rispettivamente in 11° e 17° posizione con 1:16.32 e 1:16.66 ed hanno di fatto riscaldato la pista per la strabiliante Ilka Stuhec. La slovena, dopo un lungo infortunio che l’ha tenuta fuori dalle gare per 1 anno, è tornata in una forma impressionante. Dopo le due belle vittorie in Val Gardena, punta con decisione alla terza vittoria consecutiva. Ed in effetti i presupposti c’erano, perchè il suo 1:15.84 è rimasto in vetta alla classifica fino al pettorale n° 17 quando l’austriaca Ramona Siebenhofer, 3° in Val Gardena, con una seconda parte di gara pazzesca, dove è riuscita a fare tanta velocità, riesce a conquistare la prima piazza in 1:15.44. Alle spalle delle due velociste si posiziona un’altra austriaca, Stephanie Venier che ferma il cronometro a 1:15.90 a soli 6″ dalla slovena.

Un altro motivo per cui verrà ricordata questa gara è il ritorno alle gare della “Wonder WomanLindsey Vonn. La pluricampionessa statunitense con 82 primi posti punta al record di vittorie in coppa del mondo per il momento detenuto dallo svedese Stenmark a 86. Ovviamente, prima di pensare al primato bisogna ritrovare la forma ottimale e non c’è modo migliore se non quello di calcare nuovamente le piste. Il tempo finale recita 1:16.63 che la piazza in 15° posizione con un paio di sbavature nel tratto centrale.

Gioie e dolori per le portacolori italiane, buona la prova della rientrante Francesca Marsaglia, ferma per infortunio da oltre 1 anno, che con il 6° posto ottenuto in 1:16.18 è la migliore delle azzurre. 13° Nadia Fanchini in 1:16.43; 24° e 26° Federica Brignone e Marta Bassino mentre conclude 44° Anna Hofer. Rimane l’amaro in bocca per la prova di Nicol Delago che, dopo essere passata in davanti alla Stuhec nei primi due rilevamenti, non riesce a rimanere in pista dopo una spigolata.

L’Olimpia delle Tofane torna protagonista domani per la discesa libera “ufficiale” come da calendario.

E lo saluto!

Classifica Coppa del Mondo: https://www.fis-ski.com/DB/alpine-skiing/cup-standings.html?sectorcode=AL&seasoncode=2019&cupcode=WC&disciplinecode=ALL&gendercode=L&nationcode=

Classifica di specialità: https://www.fis-ski.com/DB/alpine-skiing/cup-standings.html?sectorcode=AL&seasoncode=2019&cupcode=WC&disciplinecode=DH&gendercode=L&nationcode=

Fonte immagine copertina: https://www.ilgazzettino.it/home/cortina_ampezzo_belluno_olympia_tofane-803142.html

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: