[LEC] W1D2 – 1°T. G2 sul velluto. Excel prima gioia

In quel di Berlino si è da poco conclusa la seconda giornata del LEC (League of Legends European Championship). Dopo un esordio in cui anche i server erano un po’ emozionati, in questa seconda serata di incontri il tutto è proseguito in maniera molto più fluida.

I 5 matches hanno regalato tante emozioni e una buona dose di sorprese. Prima fra tutte la vittoria degli Origen sui finalisti mondiali dei Fnatic, la prima vittoria degli Excel nella rassegna continentale, il ritorno al successo dei Vitality e la conferma dell’ottimo stato di forma dei G2 e dei Misfits.

Lo scontro che ha aperto le danze è stato quello tra G2 e Schalke 04, due delle squadre che hanno avuto un ottimo esordio nella competizione.


Formazioni ai nastri di partenza. G2 in blu, Schalke 04 in rosso

Partenza sprint dei G2, infatti, bastano appena 6 minuti a Perks per dimostrare al pubblico come sia al suo agio anche nel ruolo di ADC prendendo il primo sangue su Memento. Una volta ottenuto questo piccolo vantaggio il giovane croato non c’ha pensato sù due volte per legittimarlo ed ha continuato a imprimere una grande pressione nella corsia inferiore, grazie anche al supporto di un ottimo Mikyx, non permettendo a Upset e IgNar di trovare risorse.

Buone notizie per i G2 arrivano anche dalle altre corsie dove Jankos, con l’ausilio di Wunder, trova l’uccisione ai danni di Odoamne e Caps in solitaria su Abbedagge. Da qui il poi, per il team spagnolo, la strada è stata tutta in discesa conquistando sia il primo drago che la prima struttura. Al minuto 19 il punteggio recita: 15 uccisioni per i G2 contro le 4 dello Schalke con Perkz che ormai ha raggiunto dimensioni notevoli con la sua Kai’Sa 5/0/4. Giunti a questo punto per i semifinalisti del mondiale 2018 chiudere la partita è un gioco da ragazzi: al minuto 21 arriva il potenziamento del Barone, poco dopo forzano uno scontro, vincendolo, nella corsia inferiore e da lì aprono un’autostrada che li conduce direttamente alla conquista del Nexus nemico.

Nel secondo match si scontrano gli Excel ed i Rogue, entrambi i team sono alla ricerca della prima vittoria nella rassegna dopo le sconfitte contro gli Splyce ed i Misfits.


Formazioni ai nastri di partenza. Excel in blu, Rogue in rosso

A differenza dello scontro precedente, questo è stato molto più equilibrato e pacato con i Rogue che avevano il controllo della mappa nelle fasi iniziali con Kikis che è riuscito a privare Caedrel di una buona parte dei propri campi di giungla e dando il primo sangue a Sencux in corsia centrale. Nonostante tutto però, i Rogue faticano a legittimare il vantaggio e dalla seconda metà di partita in poi subiscono il ritorno degli Excel. Il back in the game è arrivato al minuto 13 con un fight nella zona dell’Herald condotto in maniera splendida dagli Excel, che li ha portati a rimontare da 0-1 a 3-2, regalando a Caedrel una tripla uccisione.

Da qui in poi il game entra in una fase di stallo in cui entrambi i team si scambiano una torre esterna e trovano piccole schermaglie senza però ottenere un vantaggio netto. Il punto di svolta arriva al minuto 25: Caedrel abbatte il 3° drago, Profit e Kikis forzano lo scontro nella corsia inferiore ma trovandosi in 3vs2 lo perdono, l’assenza del jungler avversario spiana la strada verso il Barone Nashor per gli Excel. I Rouge provano a contestare il prezioso buff ma il tentativo fallisce e concedono una carneficina agli avversari che porterà gli Excel a conquistare agilmente la loro base.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: