Annunci

[LEC] W5 – Premateches 2. s04-Vit, si decide la seconda piazza. Rogue o Misfits per uno sarà rinascita. Splyce cercano riscatto sugli Excel

Nemmeno il tempo di chiudere il capitolo d’andata dell’European Championship che è già il momento di scrivere l’introduzione per il girone di ritorno. I G2 continuano la loro marcia trionfale verso l’en plein lasciando tutti gli altri team a darsi battaglia l’ultimo posto che porta direttamente alle semifinali.

Il match più atteso di questa prima giornata di ritorno è senza dubbio lo scontro diretto per la 2° posizione tra gli Schalke 04 e i Vitality, prima di loro andranno in scena SK-Fnatic e Splyce-Excel, mentre dopo il big match i Misfits, in cerca di riscatto, affronteranno i “nuovi” Rogue, mentre, la capolista G2 dovrà vedersela contro gli Origen, gara molto attesa da Perkz che ha dichiarato di non vedere l’ora di affrontare Mithy.

Ore 19:00

Il racconto odierno parte proprio dal centro della giornata, il match più caliente di oggi. Da una parte abbiamo gli Schalke 04, attualmente secondi in solitaria, dall’altra i Vitality, in 3° posizione, che hanno l’opportunità sia di raggiungere i tedeschi sia di pareggiare gli scontri diretti, data la sconfitta subita nella 1° giornata.

I ragazzi di Dylan Falco, dopo lo stop subito la scorsa settimana dagli Origen, ieri, contro i Rogue, hanno ripreso a performare in maniera convincente, eccetto qualche sbavatura nella fase centrale di partita rapidamente recuperata. Dall’altra parte la squadra di Yamatocannon è chiamata a rifarsi dopo la batosta subita nell’ultima giornata contro gli SK Gaming.

Le zone, sulla carta, a tensione più elevata sono la midlane e la botlane. Nella prima scontro tutto meccanico tra Jiizuke, lato Api assassine, e Abbedagge, lato Minatori. Entrambi i giocatori mostrano un’ampia “champion pull” (ossia campioni a loro disposizione su cui eccellono) e proseguono con una media di 2 kill a partita. I campioni da non lasciare in mano allo Stallone italiano sono senza dubbio Ryze e LeBlanc con i quali è riuscito a fare faville e regalare la vittoria ai suoi compagni. Mentre, per quanto riguarda il mid laner tedesco un occhio di riguardo va data alla sua Lissandra (con un KDA di 3.25) e lo stesso Ryze con il quale ha il 75% di win rate (% di vittorie).

Fuoco e fiamme sono previste anche nella corsia inferiore dove l’indiavolato duo Upset-IgNar attende con ansia Attila e Jactroll. Sulla carta tra i due Adc c’è grande equilibrio, anche se il tedesco ha mostrato, per il momento, una champion pull più ristretta del portoghese. Invece, appare sbilanciato a favore del coreano lo scontro tra i due support, poichè a Jactroll sta mancando costanza nelle prestazioni, alternando quindi buone prove a partite dove fatica. Per quanto riguarda Upset grande attenzione va data al suo Ezreal, utilizzato già per ben 6 volte ed un KDA di 6, ed alla sua KaiSa, con la quale ha ottenuto 2 dei suoi 3 MVP. Attila, dal canto suo, ha mostrato familiarità sia con campioni da ealry game (es: Lucian o Draven) sia con altri che raggiungono il picco di potenza nelle fasi avanzate di partita come Vayne (unico MVP del tiratore) o Kai’Sa/Ezreal (100% di win rate).

Ore 18:00

Nel secondo scontro di giornata si sfidano due team che sono chiamati al riscatto, gli Splyce, dopo la cocente sconfitta con i Fnatic, e gli Excel, a loro battuti dagli Origen.

Le vipere dorate sono state le prime vittime della strana coppia “Rekkles-patch 9.3” nonostante abbiano in Kobbe uno dei migliori tiratori del momento. Ed è proprio lui insieme a Humanoid (mid laner) una delle punte di diamante della squadra, entrambi a quota 2 MVP. L’Adc, oltre ad aver il più alto KDA (6.21), è anche colui che ha mostrato la maggiore versatilità all’interno del team con un win rate del 100% con Lucian, Caitlyn, Jihn e KaiSa. Come già anticipato, un altro giocatore da non sottovalutare è Humanoid, che ha dimostrato di poter giocare nella corsia centrale sia campioni corpo a corpo che campioni “ranged” (che attaccano dalla distanza) basati su danni fisici o magici.

Periodo duro anche per gli Excel, il coach Furndog prova a cambiare le carte in tavola buttando nella mischia Special, nella corsia centrale al posto di Exile, ma, per il momento, la sostituzione non ha avuto l’effetto sperato. Nonostante sia apparso fuori forma, chi deve essere tenuto sotto osservazione è Caedrel; il jungler inglese, con un tasso di partecipazione alle kill di 76.5%, è stato particolarmente incisivo quando ha avuto tra le mani Kha’Zix o Nocturne, entrambi con una kill partecipation di oltre il 70%. Altro cliente difficile da gestire è il top laner Expect che con Sion ha mostrato tutto il suo talento, con il quale detiene il valore più alto di KDA di tutto il team (4.40 in 4 matches disputati).

Ore 20:00

Anche il penultimo match di giornata porterà uno dei due team ad ottenere una vittoria che manca da troppo tempo. In particolare stiamo parlando dei Misfits e dei Rogue.

I ragazzi di Jesiz continuano a brancolare nel buio, l’ultima vittoria risale al 2 Febbraio contro i Fnatic, da lì in poi si è spenta la luce e le prestazioni sono pericolosamente calate di qualità. Nonostante Hans Sama continui a mantenere il tasso di uccisioni più alto del team (3.44), valore che ha fatto valere nelle fasi iniziali delle sfida contro i G2, queste non sembrano portare vantaggio ai suoi compagni; GorillA sembra aver perso lo smalto delle prime partite ma guai a sottovalutarlo perchè basta una scintilla per riprendere la forma migliore. Mantiene pressochè intatta la sua pericolosità il jungler Maxlore in grado di performare sia con campioni offensivi che con i tank mantenendo una kill partecipation di quasi il 70%.

Il punteggio dei Rogue è spietato, 0-9, nessuna vittoria trovata in questa prima metà di competizione continentale nonostante l’abbiano accarezzata sia con i Vitality che con i Fnatic. Data la situazione prova a dare la scossa l’allenatore fredy122 con una doppia sostituzione: Finn al posto di Profit (top) e Vander al posto di Wadid (support). Buono l’impatto di quest’ultimo che ha provato a smuovere gli animi con il suo stile più aggressivo ed il suo solido Braum, si, non è bastato per fermare gli Origen ma è buon punto di partenza. Meno shoccante l’ingresso di Finn nella scena internazionale ma si tratta comunque di un esordio assoluto quindi giustificabile. Chi invece continua a mantenere dei buoni standard è Sencux con una media di 2.22 kill a partita ed una delle champion pull più ampie del team. Enormi anche le sue capacità meccaniche esaltate da campioni come Riven e Akali con i quali ha creato grattacapi anche a Caps e Jiizuke.

E lo saluto!

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: