Annunci

[LOL] No MSI, rotta sul Summer Split con squadre rinnovate

LoL - Copertina

Che questo 2020 sarà un anno da ricordare è una cosa appurata, ma il principale hobby di questa situazione è quello di rovinare i programmi di chiunque, compresa la sfera dell’esport. Se già in passato i vertici di LoL sono stati costretti a rilasciare comunicati ufficiali sui tornei regionali (qui l’articolo della riapertura LEC), viene da sé che anche le competizioni mondiali necessitino di una discussione. Perché l’emergenza COVID-19 sta rientrando sì ma con tempistiche che non combaciano con le esigenze della scena competitiva.

Ed è proprio in questo contesto che si inserisce il comunicato rilasciato da John Needham, il 23 Aprile scorso, dove è stata ufficializzata la cancellazione del Mid Season Invitational (MSI) 2020 (1), già posticipato al 3 Luglio. Questo annuncio non è stata una proprio una sorpresa perché i sospetti della cancellazione si erano già fatti strada all’interno della community.

Needham esordisce dichiarandosi fin da subito dispiaciuto per la decisione presa e sottolinea come tutto lo staff abbia fatto il possibile per evitare l’annullamento dell’evento. Ma è stata una scelta necessaria per garantire la sicurezza della scena competitiva mondiale, perché vi ricordo che al MSI partecipa ogni squadra vincitrice del proprio Spring Split regionale; in sostanza, stiamo parlando di 12 team con oltre 60 giocatori e staff a seguito che devono mettersi in viaggio e ritrovarsi tutte nella stessa struttura. Va da sé che il rischio di contagio sarebbe stato molto elevato e probabilmente il gioco non sarebbe valso la candela.

Needham però tiene alti gli animi dicendo che: «Approfitteremo di questa pausa forzata per preparare il più grande spettacolo che la Cina abbia visto per i prossimi mondiali senza dimenticare che questa sarà la 10ª edizione della massima rassegna competitiva di LoL». Per dovere di cronaca aggiungo che John Needham è il direttore dell’area esportiva di League of Legends, carica affidatagli dalla stessa Riot Games nel Giugno dello scorso anno (2).

Concluso il discorso intercontinentale sposto l’attenzione verso i prossimi Summer Split che prenderanno il via il prossimo mese con un occhio verso le novità di metà stagione. Per chi volesse approfondire a fine pagina ci sono i link dei comunicati ufficiali e delle altre fonti usate per questo articolo. 

LEC-Simbolo-squadra

L’European Championship prenderà il via tra un mese (il 12 Giugno) e la principale novità sarà l’introduzione delle “Superweek”, sulla falsa riga di quanto già fatto nel precedente split in LCS. In particolare si tratta di due speciali week-end in cui si giocherà anche la domenica e le giornate speciali saranno la prima e l’ottava, ossia l’ultima prima dei playoff. A dare la notizia, tramite il sito ufficiale, è stato il Responsabile Operativo EU Maximilian Peter Schmidt (3).

Sullo stesso comunicato, si legge che sono previste due settimane di pausa, una alla fine del girone d’andata ed un’altra al termine del ritorno. Inoltre, sono state già decise le date per le finali che saranno giocate il 5 ed il 6 Settembre previste, al momento, a Malmö; mentre, le finali dell’EU Masters Summer sono programmate per il 19 e 20 dello stesso mese. L’ultima cosa che rimane da stabilire è quando i giocatori potranno tornare a scontrarsi nell’arena di Berlino ma la decisione ufficiale non è ancora arrivata.

Inoltre, ci sono altre importanti novità che riguardano i Championship Point, i playoff estivi ed il Mondiale 2020 ma di queste ne parlerò a tempo debito.

Per quanto riguarda le squadre, i primi a far parlare di loro sono i cari Excel Esports. Infatti, è con profonda tristezza che ho potuto constatare il 23 Aprile le strade di Expect e Mickey si separano da quella del brand inglese che ancora non ha comunicato chi saranno i loro sostituti. Però, i rumors più frequenti sono quelli che vedono una promozione/ritorno alla prima squadra di Special (appena confermati dal tweet del profilo ufficiale del team) ed il nuovo acquisto di Kryze, attualmente in forza agli Unicorns of Love – Sexy Edition (l’accademia degli UOL russi), per la toplane; anche se rimane calda la pista che porta a Sendo0. Certo, dopo oltre un anno trascorso a vedere le prodezze dei due coreani la mancanza del Renekton del primo e dei pick aggressivi si farà sentire ma la mia fiducia nel “Six Star General” Youngbuck è alta e spero si possa comunque strappare un pass per la futura fase eliminatoria.

Kobbe-squadra-Misfits
Il tweet di benvenuto della nuova squadra di Kobbe. Fonte Twitter

Altra novità di giornata è l’arrivo di Kasper “Kobbe” Kobberup in casa Misfits Gaming. Il tiratore ex Splyce, torna in Europa dopo la breve parentesi oltreoceano alla corte dei TSM, questo cambio di divisa non sembra essere legato alle performance del danese, che ha confermato la sua crescita, ma più che altro all’arrivo di Doublelift dai Team Liquid e probabilmente la permanenza di due tiratori titolari avrebbe potuto minare gli equilibri della squadra. La stessa situazione però si è venuta a creare adesso nei Coniglietti dove il povero Bvoy è stato sostanzialmente soppiantato dal danese nonostante sia stato uno dei principali fautori dell’ingresso nei playoff della squadra francese. L’Adc coreano, dopo appena 5 mesi in LEC, è costretto nuovamente a cercare un team e, vedendo i suoi trascorsi, non è da escludere un nuovo cambio di continente.

Infine, lato G2 va registrata un cambio di posizione all’interno del roster con Caps che torna in corsia centrale e PERKZ che si trasferisce nuovamente in botlane riesumando la coppia del grande slam sfiorato con Mikyx.

LCS_2020_Logo

I protagonisti assoluti del campionato d’oltreoceano sono i Team Liquid. Il deludente spring split richiedeva dei cambiamenti e questi non si sono fatti attendere, infatti, tra il 26 Aprile ed il 4 Maggio c’è stato un gran movimento a partire da Doublelift, come già annunciato nel paragrafo precedente. Il tiratore, dopo 2 e mezzo di permanenza nel team e la vittoria di 4 split, a seguito di fraintendimenti e malcontenti all’interno dello staff degli Stalloni si è trasferito ai TSM. Sull’argomento ci sono state parecchie voci in merito ma la più insistente voleva che dietro al trasferimento ci sia la ragazza di Doublelift, Leena Xu presidente dei TSM (ma non proprietaria). Lo stesso tiratore, tramite un video sul suo canale Youtube (4), ha spiegato come si è evoluta la situazione: «No, non sono passato ai SoloMid perché qui lavora la mia ragazza, ma per una serie di motivi e problematiche interne, con lo staff non c’era lo stesso feeling di prima. Non riuscivo più a confrontarmi e ricevevo pochi feedback…». Tra le cause del malumore Yiliang Peng aggiunge anche: «Non mi aspettavo dei cambiamenti nel roster, penso che eravamo un bel quintetto e avremmo potuto replicare i risultati ottenuti la scorsa stagione». Ma taglia subito i sospetti su Broxah, arrivato al posto di Xmithie: «Broxah mi è stato vicino fin dal primo momento, si è messo fin da subito a disposizione della squadra e stavamo costruendo un’amicizia. Era uno dei pochi con cui riuscivo a confrontarmi ed a parlare delle partite». In conclusione si può dedurre che la “magia” TL-Doublelift si è spezzata e tornare ai TSM potrebbe essere la soluzione migliore sia per il tiratore che per l’ormai ex-team.

Gli Stalloni cambiano anche il reparto tecnico con l’ingresso di Joshua “Jatt” Leesman, caster degli LCS dal 2011, come primo allenatore e Chris “Croissant” Sun, ex OpTic Gaming, come suo vice.

Intanto lato Dignitas si è giunti al termine della telenovela Huni, con l’esperto toplaner a cui prima era stato concessa l’opportunità di valutare opzioni da altri team e adesso è ufficialmente fuori squadra. Cambio di casacca anche per Grig, il jungler statunitense dopo aver preso il posto da titolare con la promozione di Akaadian dall’academy, ripartirà da un’altra accademia ma quella dei già citati Team Liquid.

LCK-LPL

I principali campionati del continente asiatico, dopo la pausa dovuta al COVID-19, sono stati coloro che hanno chiuso la prima metà di stagione competitiva (dopo di loro solo in Giappone e in Turchia si è giocata la serie conclusiva) con le finali del 25 Aprile per la Corea del Sud ed il 2 Maggio in Cina.

Queste due finali hanno un altro aspetto in comune, ossia che sono state le prime ad essere disputate nuovamente in studio quindi trasmesse in live ma senza pubblico a seguito; il quale è stato sostituito magistralmente con dei cartonati.

T1-Spring-2020-squadra
I T1 alzano l’ambito trofeo. Fonte LoL Esports

Sulla sponda sudcoreana i pluricampioni dei T1 (SKT, prima del rebrand) si impongono con uno schiacciante 3-0 sui Gen.G che avevano chiuso in vetta la stagione regolare. La pressione della squadra di capitan Faker è stata una costante delle 3 partite relegando Clid & co. ad agire di rimessa con l’eccezione del 1° game che è risultato il più equilibrato dei tre.

Ma le maggiori novità per il summer split arrivano dal Promotion, il mini torneo tra le ultime 2 classificate della LCK e le prime due del CK Spring (la serie B sudcoreana). Qui, infatti, i Griffin, partecipanti dello scorso mondiale, non riescono a mantenere il loro posto nella massima serie venendo sconfitti sia dai Seorabeol Gaming e poi dai SANDBOX Gaming, i quali, invece, mantengono il loro posto battendo proprio i Seorabeol 3-0. Infine, l’altra squadra promossa sono i Team Dynamics, società fresca di formazione.

Esordio amaro per il nuovo acquisto dei Griffin, infatti, il buon WADID (ex tra gli altri di G2, Rogue e Flyquest) insieme ai compagni non è riuscito a rilanciare le speranze del team.

Un grande spettacolo, infine, lo hanno regalato Top Esports e JingDong Gaming nella finale della LPL. Infatti, è stato necessario l’ingresso del quinto scontro per decidere chi fosse il primo campione cinese del 2020. Partenza ottima da parte dei JD Gaming che, nel game 1, annullano JackeyLove permettendo ai loro carry, Yagao e LokeN, di agire liberamente e portare a casa la prima vittoria. Nei successivi due game è il tiratore dei Top a prendersi la scena insieme al compagno della midlane Knight, abili a sfruttare al massimo piccoli vantaggi concessi loro all’inizio di partita. Ma alla lunga vengono fuori di nuovo i JDG che con uno spaventoso cambio di ritmo lasciano gli avversari di sasso e conquistano il loro primo titolo con due scontri durati meno di 30 minuti.

Termina così la prima metà di stagione competitiva di League of Legends con gli asiatici che riapriranno i battenti a partire dal 5 e 17 Giugno.

E lo saluto!

FONTI:
1) Comunicato John Needham
2) Promozione John Needham
3) Comunicato Maximilian Peter Schmidt
4) Vlog Doublelift
Immagine di copertina: LoL

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: