[LOL] Sentenzie LEC: Fnatic, Schalke 04 e Misfits Gaming

Sentenzie-LEC

Prendendo ispirazione dal buon Alessandro Catto e da buon “cattiano” mi sembra doveroso applicare le incredibili SENTENZIE anche all’universo League of Legends. Le prime vittime saranno i team del LEC, successivamente verranno coinvolti anche PG Nats e LCS ma, seguendo queste ultime da appena un anno, non mi sento ancora pronto a sentenziare.

L’European Championship è praticamente giunto ala suo giro di boa, dato che questo week-end si giocherà l’ultima giornata del girone d’andata. La classifica è molto più complicata ed intrecciata del previsto con 6 squadre separate da un singolo punto, tra cui Fnatic e G2 che cedono il loro ruolo da prime della classe a MAD Lions e Rogue. Il prepotente ingresso di queste squadre ha destabilizzato l’intero panorama europeo ed ha messo in luce come, dentro la Landa, i blasoni contano quasi nulla. Ad una lunghezza di distanza dal gruppo di inseguitori ci sono gli Excel, a me tanto cari, che, dopo una fase di rodaggio con Kryze e Special, ora sembrano aver trovato una via per il successo; infine, chiudono la classifica gli Schalke 04 ancora a secco di vittorie e lontani dalla loro forma migliore.

Protagonisti di questa prima puntata di sentenzie saranno proprio i Minatori esportivi seguiti dai Misfits e infine dai Fnatic. Accomunati, secondo me, da un trend che devono invertire per non restare intrappolati nella monotonia e, magari, togliersi qualche soddisfazione in più.

Avvertenza: ci sarà un continuo flusso di paragoni con il calcio visto che seguo entrambi con la stessa passione nonostante mi sia avvicinato all’esport competitivo da pochi anni. Inoltre, penso che confrontare questi due mondi sia un modo per spegnere quell’apparente contrasto tra chi guarda l’esport e chi guarda lo sport. Perché, secondo me, in qualsiasi attività competitiva ci sono dei meccanismi e degli aspetti condivisi al di là dell’ambiente dove avviene la competizione; inoltre, in quanto spettatori il concetto è sempre lo stesso: “vedere persone che giocano a dei livelli ben superiori rispetto ai nostri e stupirsi di quello che riescono a fare”.

N.B. L’essenza delle sentenzie NON è di imporre il mio parere e pretendere d’avere ragione, bensì aprire una discussione partendo dalle impressioni che ho avuto mentre guardavo le partite. Anche perché non conosco le reali dinamiche all’interno dei team.

Schalke 04 - Logo

CONZALA COMO VOI SEMPRE CUCUZZA È

In siciliano quando tu fai delle modifiche a qualcosa ma il risultato finale è lo stesso di quello ottenuto senza cambiamenti si suol dire “conzala como voi sempre cucuzza è” che tradotto diventa “condiscila come vuoi ma rimane sempre una zucchina” e si prende a riferimento la zucchina perché, generalmente, puoi cucinarla in tanti modi ma alla fine rimane comunque insipida.

E questa come prima delle future sentenzie mi sembra la più azzeccata per la condizione degli Schalke 04, che stanno affrontando questo Summer split cambiando frequentemente i loro 5 titolari. In realtà le modifiche riguardano solo la corsia inferiore con Innaxe, Neon, Dreams e Nukes (il fu SirNukesAlot) che ogni settimana si danno il cambio, o almeno così è stato fino ad adesso; discorso diverso per il cambio Lurox-Gilius legato a problemi di salute del primo.

Questo roster allargato però non ha dato i risultati sperati, i ragazzi di Dylan Falco faticano a trovare una loro identità; questo viene accentuato quando la condizione di svantaggio arriva nelle prime fasi di gioco, invece, quando la situazione è inizialmente in equilibrio arriva una sorta di blocco nel periodo di passaggio mid-late game dove i Minatori sembrano spaesati, perdono il controllo degli obiettivi e di conseguenza la partita.

Tutto ciò è in parte legato alle condizioni non proprio ottime mostrate da Abbedagge il quale, nonostante abbia avuto tra le mani campioni a lui congeniali come Zoe e LeBlanc, non è riuscito ancora ad imporsi in nessuna partita e viaggia con un KDA di 1.2 (quasi un rapporto 1:1 tra kill+assist e death), il più basso di tutti i midlaner del LEC. In affanno anche Lurox che, finita la ventata di freschezza con il suo ingresso nello spring split, adesso non riesce più a tenere il ritmo dei jungler avversari.

Discorso a parte va fatto per Odoamne, i numeri del toplaner rumeno non rispecchiano il suo operato sulla Landa, perché da parte sua sono arrivate delle iniziative molto interessanti con dei flank che avevano il potenziale di ribaltare le sorti di alcuni teamfights ma raramente è riuscito a sfruttare a modo tali azioni.

Ma ci sono degli aspetti positivi da cui poter ripartire tipo la partita contro i Vitality molto equilibrata che si è conclusa oltre i 40 minuti o i primi 15 minuti dello scontro con i G2 dove i tedeschi erano riusciti a porsi in una situazione di modesto vantaggio. E le draft di coach Falco con le quali sta provando in tutti i modo a mettere i suoi giocatori in condizioni favorevoli abbracciando il meta in tutte le sue forme.

Quindi, cari Schalke, secondo me vi tocca decidere un quintetto titolare fisso e proporre solo quello perché essendo LoL un gioco di squadra serve stabilità all’interno di questa e solo continuando a giocare insieme si rafforza la sintonia tra compagni.

P.s. Breve appunto, magari i titolari sono già decisi ed è stata la prima giornata ad avere componenti diversi.

Misfts-Gaming-logo

PIÙ STELLE NON SEMPRE PORTANO PIÙ SUCCESSI

Ogni volta che guardo i Misfits mi portano alla mente i primi anni della gestione Mansour del Manchester City, un’accozzaglia di campioni che sulla carta dovevano dominare ma che invece faticavano a trovare la giusta alchimia per vincere. Escluso lo scorso spring split, dove c’era il solo Febiven tra i più riconosciuti a livello europeo, è così che vedo i Coniglietti francesi.

L’arrivo di Kobbe, oltre a mandare via Bvoy (cosa per me imperdonabile perché dava un’aspetto più eterogeneo al team e poteva offriva chiavi di lettura diverse dallo standard europeo) ha mutato abbastanza le tempistiche della corsia inferiore, essendo il danese meno avventato del suo predecessore, tanto da portare alla promozione di Doss (al momento uno dei più bersagliati della scena competitiva) come support titolare al posto di Denyk.

Date queste premesse eccovi spiegato perché ad inizio summer ho rivisto i Misfits della prima parte del 2019 con sOAZ, Maxlore, Febiven, Hans Sama e GorillA, un quintetto che, sulla carta, puntava alle prime posizioni della classifica ma, invece, si è ritrovato fuori dai play-off dello spring. Questo timore è ancora presente in me ma si è attenuato guardando le statistiche che sono pressoché identiche a quelle dello split precedente, tranne che per una vittoria in meno a questo punto della competizione.

Un dato curioso riguarda FEBIVEN che, nonostante mi sia sembrato meno al centro dell’attenzione, è il primo della squadra in termini di danni inflitti con 519 dmg/min davanti a Kobbe che viaggia sui 451. Quindi le mie sensazioni sul midlaner sono legate al fatto che ci sono state meno giocate spettacolari ma più lavoro sporco ma essenziale per la squadra.

Passando rapidamente ai tiratori, dati alla mano, va evidenziato che non ci sia stata una grande differenza tra Kobbe e Bvoy, anzi il sudcoreano nei primi 7 game aveva un KDA migliore del danese, 9.3 rispetto al 7.4, lo stesso numero di morti (7) ed una schiacciante vittoria in termini di assist 46 contro i 27 dell’attuale tiratore. Con ciò non voglio dire che Bvoy è migliore rispetto a Kobbe (decisamente più solido e avanti in di circa 50 punti in dmg/min) ma far notare che, per il momento, il cambio in corsia inferiore non era così necessario. Ovviamente solo il tempo ci dirà se queste mie impressioni sono corrette o meno.

Tra le tre protagoniste però i Misfits sono quelli che, secondo me, più rapidamente mi faranno cambiare idea e quindi produrre altre sentenzie ai loro riguardi.

BASTA FARE LA CORSA SUI G2

Questo più che essere una sentenzia è un appello, Fnatic, ve prego, smettetela di pensare ai G2 come il vostro peggior nemico, come il boss di fine livello da battere assolutamente. Me parete l’Inter degli ultimi anni, quella del secondo Mancini e Spalletti per essere chiari, che basava l’intera stagione sul battere la Juve e prima di quella sfida giocavano in maniera convincente, poi, una volta superata quasi mandava all’aria l’intera stagione.

Capisco tutto, la voglia di sopraffare coloro che sul web non perdono occasione per “memare”, che questo ormai è diventato un derby, perché siete entrambe le squadre più titolate a livello europeo, ma, oltre alla gloria personale, non vi danno nessun titolo se battete i G2 (a meno che non si tratti di una finale, è ovvio); fate il vostro cammino tranquilli, perché se non ve ne siete accorti MAD Lions e Rogue non hanno intenzione di fermarsi, so squadre giovani, fomentate che non guardano in faccia a nessuno.

Nemesis, figliolo, che succede? Raccontalo a papà, capisco che nei 3 scontri prima dei G2 vi siate dati alla sperimentazione con delle comp alternative ma qui stamo indietro di più di 100 dmg/min rispetto allo spring (449 vs 338 attuali, stesso discorso togliendo il game con Karma, 471 vs 361). Te e Selfmade siete “i nuovi” del team speravo che non vi facevate coinvolgere da questa eterna rivalità, invece ve siete buttati a mare cu tutti i vestiti addosso. Capisco che Caps non ti abbia fatto complimenti negli scontri diretti, compreso il pick di Twisted Fate nell’ultima partita, ma vai oltre oppure usalo come stimolo non lo so per migliorare, per trovare nuove soluzioni, nuovi gameplay.

Mithy, anche te, sei il coach, capisco che battere i G2 imponendo quello che dicono essere lo “stile Fnatic” possa essere soddisfacente e riempire d’orgoglio l’intera squadra ma andiamo oltre. I Samurai, al momento, non si stanno inventando grandi cose, continuano a seguire il loro modus operandi, spike nel midgame e aggressioni forzate (si veda Pantheon per Jankos che prima di quella partita era stato giocato mid o support); adattiamoci, lo hanno già detto in molti ma lo dico anch’io, diamo un playmaker ad Hylissang anche se non è la soluzione più adatta o quella più funzionale perché è lì che puntano Grabbz & co. costringere il support a non giocare campioni propositivi.

Mi auguro che adesso che è passata il fatidico incontro il team in arancione possa tornare alle performance della prima settimana di summer split.

Le sentenzie per questa settimana terminano qui, ma torneranno a breve, non lasceranno scampo a nessun team, e saranno arricchite da nuove perle e suggestioni.

E lo saluto!

Fonti sentenzie:
Gol.gg
Lolpedia

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: