Gli Excel, la “squadra operaia” che punta ai play-off LEC

excel-2022-copertina

Mo che abbiamo messo da parte la roba noiosa possiamo passare alle cose serie. Aspettavo questo momento da un po’ e, finalmente, in questo sesto appuntamento, che ci ricorda di aver superato metà dell’opera, andremo a parlare degli EXCEL.

Che la società inglese abbia acquisito il titolo di miei personali pupilli ormai è risaputo. E da buon tifoso che si rispetti ad ogni inizio anno le aspettative sono al massimo. Anzi, adesso sono più alte rispetto alla scorsa stagione per via della permanenza dei giovanotti che hanno risollevato l’ultimo summer split. Perchè diciamocelo, Dan e denyk non si sono dimostrati all’altezza del massimo palcoscenico europeo. Lo stile passivo del jungler si è violentemente scontrato con il meta della giungla del 2020. Al support ceco, invece, è mancata quella decisione e lettura del momento che il ruolo richiede.

A prima vista mi sento tranquillo nell’affermare che questo quintetto può raggiungere i tanto agognati play-offs della LEC; e scaramanticamente spero che essendo questo il 6° articolo possa corrispondere alla posizione in classifica dei ragazzi di Youngbuck. Anche perchè ci siamo finalmente tolti dai piedi il debuff Schalke 04.

NESSUNA PRIMA DONNA, SI LOTTA TUTTI INSIEME
excel-roster-2022
Il nuovo roster degli Excel in veste natalizia. Da sinistra a destra: Patrik (adc), Finn (top), Advienne (support), Markoon (Jungle), nukeduck (mid) e Youngbuck (head coach)

Deugemo ha fatto un danno non quantificabile. Con la definizione “questo (team) è quello che nello sport viene chiamata squadra operaia1 ha risvegliato il mio animo marxista che s’era assopito e adesso prende forza perchè l’affermazione calza alla perfezione per gli Excel. Un quintetto privo di quella stella che risolve da sola le partite ma con giocatori capaci che possono lavorare insieme per raggiungere un obiettivo.

Come sottolineato dal reporter, il cambio in corsia superiore non sembrava proprio necessario ma potrebbe rilevarsi importante. Finn torna il LEC dopo un anno molto travagliato alla corte dei CLG. In LCS sia il toplaner sia il team non hanno reso al meglio chiudendo la stagione con un 9° e 10° posto. C’è stato un momento, nella terza settimana, in cui il duo vichingo (Finn e Broxah) sembrava aver ingranato, con la combo Vi-Galio, ma si è rivelato un fuoco di paglia durato appena tre game. Poi il baratro. La speranza è che Finn Wiestal (suo vero nome) torni con la voglia di riscattare l’ultima infelice stagione ed affermarsi ai livelli dell’European Championship.

In tutto ciò per il poro Kryze però non si è chiusa nessuna porta perchè continuerà a giocare nell’academy e nel campionato nordico, NLC, che offre comunque una ghiotta occasione visto il possibile accesso agli EUM 2022. Inoltre, rimanendo sempre nell’ottica della prima squadra un cambio in corsa con il collega svedese, in caso di necessità, può avvenire.

Gli elementi di cui temevo una dipartita durante l’off-season erano coach Youngbuck e Patrik. Principalmente perchè li ritengo le principali figure di riferimento all’interno degli Excel. A mio avviso il tiratore è pronto per fare il salto in una grande e con G2 e MAD scoperti in quel ruolo il rischio che bussassero alla porta inglese, per me, era alto. Per il “Six Star General” pensavo che si potesse essere stancato di curare la crescita di un team e avere voglia di cambiare aria e tornare a lottare per il titolo. Ma fortunatamente sono arrivati i rinnovi per entrambi e quindi ho tirato un sospiro di sollievo e mi sono lasciato travolgere dal fomento.

Inoltre, ad aumentare la foga verso la società britannica sono arrivate le conferme di Markoon ed Advienne autori, come anticipato, della risalita della squadra e del generale cambio di ritmo in partita. Inoltre, entrambi vengono dai BT Excel segnale che l’organizzazione sta lavorando bene in toto. In chiusura arriva nukeduck. L’esperto midlaner è approdato nei territori oltremanica lo scorso summer split dopo la pausa e successivo sciogliemento del contratto con gli Astralis. Come evidenziato da Deugemo questa potrebbe essere la volta buona in cui “l’anno della papera” veda la luce.

Chiudo rinnovando ancora una volta la mia fiducia sul caro Youngbuck, quest’uomo sa quello che fa e quest’anno più di ogni altro sono convinto che questo sarà il team bono.

E lo saluto!

Fonti ed eventuali:
1. EXCEL: SARÀ L’ANNO DELLA PAPERA? – Deugemo Youtube
2. Fonte inesauribile di conoscenza – Leaguepedia

Un commento su “Gli Excel, la “squadra operaia” che punta ai play-off LEC

  1. Pingback: Arrivano i BDS, il volto nuovo della LEC che non starà a guardare - PhaElibus

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: